Gianni Ferracuti: Quel mito chiamato Spagna: Convivenze, conflitti e nevrosi identitarie nella cultura spagnola

Gianni Ferracuti: Quel mito chiamato Spagna: Convivenze, conflitti e nevrosi identitarie nella cultura spagnola

Analogamente a ciò che accade in ogni Paese complesso, “essere spagnolo” è un’espressione che indica realtà e modi diversi nel corso del tempo. “Quel mito chiamato Spagna” cerca di ripercorrere le forme della vita nazionale spagnola con un approccio originale: l’Autore si è chiesto quali idee suscita il termine “Spagna” in una persona di cultura medio-alta; le ha elencate (ad esempio: il Don Chisciotte, il flamenco, la corrida, l’inquisizione, la presenza musulmana, il camino de Santiago…), le ha messe in un ordine cronologico, e le ha esposte, chiarendo quando e come sono nate, perché, come sono mutate nel tempo e che ruolo storico hanno avuto.

Grazie questo procedimento, da un lato tutto ciò di cui il libro parla è attuale, cioè è presente nella cultura spagnola contemporanea ed è un elemento dell’essere consapevolmente spagnoli oggi; nello stesso tempo, questi elementi contemporanei sono mostrati nella loro successione ed evoluzione storica, delineando un affresco dell’anima spagnola di ieri e di oggi: dal califfato di Cordova alla “reconquista”, a Isabel e Fernando detti i re cattolici, al gran teatro barocco e Cervantes, e poi la fine dell’impero coloniale, la questione dell’hispanidad, la grande letteratura del Novecento o il pensiero rivoluzionario di Miguel de Unamuno e José Ortega y Gasset, il modernismo e le avanguardie.

Pagina dell’autore